La nuova normalità secondo Mike Morra, il fondatore di Escort Advisor che ripropone

Nonostante i sussulti che ogni telegiornale provoca con i dati sulla pandemia, la voglia di riconquistare la normalità della vita quotidiana, lontana da balconi cantanti e mascherine fatte in casa, sta prendendo il sopravvento.
 
Sono state ridimensionate a forza le nostre prospettive tra “caccia al contagiato”, titoli di giornale sensazionalistici lontani dalla vera informazione, misure di emergenza “di tecnici”, variabili settimanalmente giusto per confermare che non si aveva idea di dove si stesse andando.
 
Siamo arrivati a pensare che fare pizza e pane in casa fosse un buon palliativo alla mancanza di libertà. Che il più grande problema fossero i supermercati svuotati dal lievito e non la perdita del lavoro una volta “finito” lo stato di emergenza.
 
Abbiamo rivalutato quanto sia importante anche solo la possibilità di uscire di casa per una passeggiata o per fare la spesa. Di quanto non sia più la stessa cosa avvicinarsi alle persone per un’instillata paura del contatto.
Non è più normalità abbracciare un amico, andare al cinema, relazionarsi con gli altri o recarsi nel proprio posto di lavoro in autobus.
 
Ci hanno stravolto la quotidianità e le piccole cose che pensavamo solo nostre e intoccabili.
 
Non sto discutendo sulla correttezza del lockdown degli scorsi mesi e nemmeno sulle misure prese, sia chiaro. Preservare la vita e la salute è una priorità. Ora però, si deve pensare al futuro. Non si possono più fare gli stessi errori ed è impensabile una nuova chiusura per le conseguenze disastrose che comporterebbe.
 
Dobbiamo essere preparati per poter andare avanti. Per tornare alla “normalità. Ma come? Non è più la stessa di prima.
 
Nessuno ci ha dato il libretto di istruzioni per il ritorno alla vita. Non esiste una ricetta come per la pasta all’uovo improvvisata nella cucina di casa. Non c’è un tutorial su internet come la ginnastica da salotto.
 
Che cosa significa dunque ora “normalità”?
 
Difficile a dirsi, poiché per ognuno assume un significato differente.
 
Normalità per le escort ad esempio è la possibilità di tornare a lavorare in sicurezza, soprattutto con la speranza di beneficiare dei diritti di qualsiasi lavoratore, poiché il lockdown ci ha mostrato le debolezze di un settore considerato sempreverde.
 
Normalità per gli amanti del sesso a pagamento è tornare ad incontrare le escort con maggior attenzione e sicurezza, soprattutto per le disponibilità economiche ridimensionate. Ritrovare quella parentesi felice di relax e fuga da una realtà che non è più la stessa e che è necessario rendere nuovamente loro.
 
Inutile dire che le recensioni e la cura dei profili delle escort siano diventati fondamentali in questo momento di continua ricerca della sicurezza e della qualità, visto il numero crescente di improvvisate, per conseguenza della “crisi economica” del dopo lockdown.
 
In un contesto al limite del post apocalittico, in cui il mondo del lavoro, la sfera degli affetti e anche le azioni più semplici come prendere un caffè al bancone del bar sono messe in discussione, non ci resta che riflettere su che cosa sia ora per noi la normalità.
 
La “vecchia normalità” non esiste più quindi e ce ne dobbiamo inventare una nuova.
 
Voglio rimettere a disposizione “Le Cronache di Escort Advisor”, spazio sul sito nato per dare voce a tutti coloro che volessero raccontarsi, proprio per condividere e capire quale normalità ora sia la nostra.
 
Un “normale” ma caloroso saluto, Mike Morra

Escort Advisor attiva un contenitore per raccontare quale sia la normalità ora, dopo mesi di crisi e adattamenti. Non solo il sesso, ma tutti gli aspetti della vita quotidiana sono interessanti.

L'invito a partecipare è esteso a tutti.
Quale è la tua normalità ora?


Tutti i contenuti del "Le Cronache" sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Escort Advisor, l'indirizzo www.escort-advisor.com e l'autore del contenuto.